Alla scoperta di Innsbruck e dintorni in bici con Girolibero | Selle Royal

Alla scoperta di Innsbruck e dintorni in bici con Girolibero

Bike Culture & Tips
Alla scoperta di Innsbruck e dintorni in bici con Girolibero
Luglio 2019

Innsbruck, capitale del Tirolo austriaco, è stata una delle tappe del tour Support Cyclists On The Road che ci ha regalato una delle community più calorose e divertenti e dove per due giorni il Van è stato letteralmente assalito dai ciclisti. E in effetti a Innsbruck di ciclisti ne passano parecchi, dato che l’elegante cittadina dal tettuccio d’oro è punto di arrivo e partenza di alcune delle ciclabili austriache più belle.

Quali sono gli itinerari ciclabili quindi che uniscono la visita al centro storico di questa città, celebre anche per i cafè tradizionali, i diamanti Swarowski, il bellissimo Hofburg, residenza estiva della famiglia imperiale con i curatissimi giardini, ad altre splendide città raggiungibili in una settimana seguendo alcune delle ciclabili più belle dell’Austria?

Le ciclabili in Austria

L’Austria è una delle nazioni europee più ciclabili: migliaia di chilometri di piste ciclabili collegano l’intero paese attraverso alzaie, fondo-valli trasformati in ciclabili e splendidi percorsi lungo lago. La Ciclabile dell’Inn, una delle più celebri che si dipana proprio attorno a Innsbruck, con i suoi 520 km è la più lunga d’Europa.

Da Innsbruck a…

Salisburgo

Per raggiungere la città di Mozart si seguono la ciclabile dell’Inn e del Salzach. Dopo una prima parte tutta in discesa o pianeggiante, ecco qualche salita per qualche soddisfazione in più e soprattutto per la giusta ricompensa: il panorama! Tra una pedalata e l’altra ecco splendidi castelli, il celebre parco Wattens interamente dedicato agli Swarowski, spa e zone termali, laghi con spiaggette perfette per una pausa. E per festeggiare l’arrivo nella città della musica e delle miniere di sale non dimenticate di concedervi un assaggio delle tipiche palle di Mozart, magari proprio nella pasticceria Reber a Bad Reichenchall.

https://www.girolibero.it/viaggi/dettaglio/ciclabili-dei-fiumi-inn-e-salzach

Passau

Qui si punta verso la Germania, attraversando cittadine medievali con le Alpi Aurine e Bavaresi a fare da sfondo. Sempre seguendo il fiume Inn questa volta potrete incontrare il Sentiero dei Mulini, il parco faunistico di Oberreith, la Camera delle Streghe, un luogo in cui venne celebrato l’ultimo processo alle streghe nel 1750. E poi castelli, città che hanno dato i natali a papi e dittatori, chiese gotiche e abbazie fino a raggiungere la città dei 3 fiumi, Passau. Qui infatti si uniscono Inn, Danubio e Ilz. A Passau visitate il duomo cittadino: ci troverete l’organo più grande al mondo!

https://www.girolibero.it/viaggi/dettaglio/innsbruck-passau

Monaco di Baviera

Ad accompagnarvi fino a Monaco di Baviera è la ciclabile dell’Isar. Anche qui i castelli sono i protagonisti del paesaggio per tutta la prima parte del percorso, anche se è l’acqua l’elemento che non mancherà mai. Laghi, fiumi, zone termali: manca solo il mare! Poco dopo Innsbruck e prima di proseguire verso cittadine colorate e casette dai balconi fioriti, consigliamo la visita anche a una miniera d’argento. Infine, eccovi a Monaco: il centro storico ha molto da offrire, tra cui il celebre carillon. E poi prendetevi del tempo per scegliere il Biergarten: ce ne sono così tanti che la vera impresa sarà decidere in quale brindare con un boccale di birra.

https://www.girolibero.it/viaggi/dettaglio/innsbruck-monaco

Augusta

Se sceglierete questo percorso pedalerete una parte della Via Claudia Augusta per poi imboccare la Strada Romantica, tra i castelli più celebri di Germania, resti romani, città medievali, case a graticcio, foreste e laghi. Augusta è forse meno conosciuta delle altre città che vi abbiamo citato ma non certo meno interessante. Ospita infatti un teatrino delle marionette, la casa natale di Bertolt Brecht e il primo esempio di edilizia sociale al mondo. Parliamo di Fuggerei, il quartiere che dal 1500 offre un alloggio ai più poveri.

https://www.girolibero.it/viaggi/dettaglio/via-claudia-augusta

In Italia: Venezia o Verona?

Se invece volete pedalare verso l’Italia, anche qui le ciclabili austriache sanno accontentarvi. Dal passo del Brennero fino al Lago di Garda, passando anche tra le viti e i meleti dell’Alto Adige per poi raggiungere le città più belle del Veneto. Potete appunto fermarvi a Verona oppure scegliere di proseguire alla scoperta di Vicenza e delle architetture del Palladio, Padova con la sua antichissima università e i capolavori di Giotto e infine Venezia, tra calli, canali e spuncioti.

https://www.girolibero.it/viaggi/dettaglio/innsbruck-venezia-379

Commenti 0