Cambiare aria aiuta il benessere. Selle Royal on Track arriva in Estonia. | Selle Royal

Cambiare aria aiuta il benessere. Selle Royal on Track arriva in Estonia.

Bike Culture & Tips
Cambiare aria aiuta il benessere. Selle Royal on Track arriva in Estonia.
Giugno 2018

Oggi quando si parla di benessere, spesso si fa riferimento alla cura del corpo, all’attività fisica e all’equilibrio mentale nella vita quotidiana: corsi di pilates, yoga, palestra, estetista, sauna, bici, jogging, tutte pratiche utili e proficue.
Ma il benessere non può prescindere dalle condizioni ambientali in cui si vive, perché correre o pedalare fa bene, ma è meglio farlo respirando aria pulita, lontano dal traffico e dall’inquinamento delle città. Già, ma dove?
Dopo avervi accompagnato attraverso le verdi vallate della ciclabile del Neckar, Selle Royal on Track questo mese propone un itinerario davvero speciale, nel paese che secondo l’OMS possiede l’aria più pulita del mondo: l’Estonia.
Qui si può davvero pedalare in uno dei migliori ambienti naturalistici del mondo, respirando aria pura ad ogni scatto di catena.

L’Estonia è uno dei paesi europei più adatti ad essere percorso in bicicletta, soprattutto nel periodo che va da maggio ad ottobre, in cui neve e ghiaccio si sono sciolti e le temperature sono più miti.
Il tracciato proposto questo mese si chiama EE1 (Percorso Ciclistico Nazionale numero 1), e fa parte dell’itinerario Eurovelo numero 10 che costeggia il mar Baltico. Si tratta di un percorso di circa 975 km che segue la costa estone in ogni sua più piccola insenatura, sia attraverso strade asfaltate sia, in alcuni punti, sterrati ghiaiosi un po’ più impegnativi.
Approfittando delle lunghe ore di sole della stagione estiva, vi consigliamo di prendervela comoda e prevedere un po’ di tempo per fermarsi ad ammirare gli splendidi scenari che questo paese ha in serbo per chi lo attraversa in bici.

Pärnu, la “capitale estiva” dell’Estonia, sarà il punto di partenza della pedalata: un’allegra città animata da diversi eventi culturali anche nella stagione calda, da cui si raggiunge il piccolo borgo di Virtsu, non prima però, di aver ricavato un giorno in più a disposizione per visitare la vicina isola di Kihnu e le splendide isole vicine alla costa, in particolare quelle di Muhu, Saaremaa e Hiiuma, caratterizzate da magnifici panorami e da un’incredibile varietà animale e vegetale.
Tornando sulla terraferma, si continua verso la penisola di Noarootsi e le foreste di Nov, in passato popolate dagli svedesi. Le strade costiere di questo tratto non sono in perfetto stato, ma a compensare il disagio nella pedalata ci pensa un paesaggio davvero suggestivo.
La tappa successiva conduce a Paldiski, città che un tempo ospitava molti edifici dell’Armata Rossa, e prosegue verso Tallinn, la capitale dell’Estonia, con un percorso che regala magnifiche prospettive sul mare e sulle foreste.

Una volta lasciata Tallin, ci si dirige verso il Parco Nazionale di Lahemaa, e un altro grande spettacolo naturalistico si para davanti agli occhi dei cicloamatori: immense spiagge dalla sabbia finissima, cascate, piccoli villaggi di casette multicolore e paludi su cui migrano moltissime specie diverse di uccelli, abbagliano la vista di chi attraversa questo luogo magico. Qui il percorso ciclistico prosegue per circa venti chilometri su strada sterrata e si spinge fino alle estremità più remote delle penisole.
Una volta lasciato il parco di Lahemaa, ci si dirige verso Narva, città in cui termina la parte estone del percorso Eurovelo. Pedalando parallelamente alla costa è impossibile non restare ancora una volta colpiti dalla bellezza del paesaggio: la natura continua ad essere la protagonista indiscussa.
Difficile dire in anticipo cosa rimane più impresso di questo affascinante paese. Di sicuro, al termine di questo itinerario, ci si sente bene; forse si avvertirà un po’ di stanchezza, ma l’attività fisica e l’aria pura e incontaminata, che qui si inala a pieni polmoni, non hanno eguali. Un’aria fresca, leggera, pungente che regala, ad ogni respiro, la sensazione di essere vivi e scattanti.

Il momento migliore per montare in sella per una lunga gita è quando il sole splende senza soffocare, quando il vento soffia senza congelare, quando la pedalata è una gioia per gli occhi e un piacere per il fisico: Selle Royal on Track si prende dunque una pausa e si prepara a riportarvi in viaggio a settembre. Buona estate a tutti!

 

Commenti 0