Come scegliere una bicicletta coi fiocchi...rosa! | Selle Royal

Come scegliere una bicicletta coi fiocchi...rosa!

Bike Culture & Tips
Come scegliere una bicicletta coi fiocchi...rosa!
Marzo 2018

Comoda, pratica e facile da usare: che sia per brevi tragitti o per lunghe scampagnate, oggi, la bicicletta è sempre più utilizzata dalle donne in svariate occasioni, dallo spostarsi in città, al raggiungere il posto di lavoro, per divertimento, accompagnare i figli a scuola o tenersi in forma. Insomma le possibilità di impiego di questo mezzo sono davvero tante, e anche se montare in sella con tacchi o gonne a volte non è proprio così comodo, nessuna donna rinuncerebbe per questo al piacere di una pedalata!

Occorre però fare una distinzione di genere: uomini e donne hanno una struttura fisica diversa e proprio per questo è meglio scegliere con cura la bici che più si adatta alle proprie caratteristiche fisiche. Non esiste una bicicletta “giusta” a priori per un genere o per l’altro, ogni persona ha necessità che fanno propendere per un modello rispetto ad un altro ma spesso nello scegliere la propria bicicletta non si tiene conto di questo tipo di dettagli, e ciò può far sì che alcune donne si mettano in sella a biciclette non adatte a loro, facendo magari più fatica del dovuto nel pedalare o andando incontro a problemi posturali in caso di un utilizzo scorretto del mezzo, prolungato e costante nel tempo.

Entrando nello specifico sappiamo che le donne hanno generalmente femore e braccia più lunghi, mentre risultano più piccoli piedi e mani; in più, il bacino è più largo. Potrebbero sembrare distinzioni ininfluenti nella scelta della bici, ma in realtà la maggiore angolazione del femore rispetto alla tibia incide nella definizione del telaio ed è, ad esempio, il motivo per cui nei modelli femminili si tende a inclinare maggiormente il tubo piantone.

Anche le dimensioni del manubrio sono da valutare in base alla larghezza delle spalle femminili: più sono strette più il manubrio dovrà essere corto per garantire la stabilità necessaria.
Stesso discorso vale per le leve del cambio e quelle dei freni, che devono essere adeguate alle mani più piccole; optando per leve di dimensioni eccessive si corre il rischio di non poter frenare prontamente in caso di necessità.

Infine il fattore comfort non è da sottovalutare: per risultare comoda anche durante le pedalate più impegnative, una sella da donna avrà caratteristiche differenti rispetto a quelle destinate agli uomini, a causa della diversa misura della distanza tra le ossa ischiatiche che esiste fra i due generi e che, nel caso delle donne, in media risulta essere maggiore.

Lo studio scientifico approfondito messo in atto per la realizzazione della sella Scientia ha permesso di raggiungere un ulteriore grado di precisione nella creazione della seduta da bici più adatta per ogni persona. Grazie a questi studi, la scelta della sella non si fa più tra generici modelli maschili o femminili ma, non facendo alcuna distinzione di genere, si basa unicamente sulla differente misura della distanza tra ossa ischiatiche. Grazie a Scientia ogni donna potrà quindi scegliere la sella più adatta a lei con una misurazione precisa e facile da effettuare.

La bicicletta sa essere la compagna di viaggio più ricorrente nella vita di ogni persona: dal triciclo che ci insegna a muoverci sui pedali, passando per la prima bici senza le rotelle fino ad arrivare alla due ruote che ognuno sceglie con cura, ogni bici è simbolo di una conquista che rimane nel cuore per sempre.

Perciò, dopo questa serie di “suggerimenti” da tenere sempre presenti prima di salire a bordo di una bicicletta, non possiamo che augurare a tutte le nonne, mamme, ragazze, bambine e signore del mondo una buona pedalata e soprattutto una buona Festa della Donna. Auguri!

Commenti 0
- 50% TA+TOO - 50% TA+TOO