È primavera, il momento giusto per scoprire nuovi itinerari con Selle Royal | Selle Royal

È primavera, il momento giusto per scoprire nuovi itinerari con Selle Royal

È primavera, il momento giusto per scoprire nuovi itinerari con Selle Royal
Marzo 2018

Il 20 marzo è un giorno importante: è la data che coincide con l’equinozio di primavera. Il giorno e la notte hanno la stessa durata e l’inverno può dirsi finalmente concluso.
La tiepida stagione che inizia da questa data è un lento e progressivo risveglio, quasi una nuova partenza. La fioritura per le piante, la fine del letargo per certi animali e, per chi ama la natura e la bicicletta, il momento ideale per confrontarsi con qualcosa di inedito e mai provato prima: un percorso avventuroso, un tragitto ambizioso, un tracciato suggestivo.

Siete stanchi dei giri appena fuori città, delle piccole piste ciclabili e delle solite rotte? Perfetto, questo è il momento giusto per mettersi alla prova con qualcosa di diverso!  
La prima rotta che Selle Royal vi invita a scoprire è il giro dei laghi di Toblino, Santa Massenza e Cavedine, in Trentino-Alto Adige. Non sarà certo una tappa del Tour de France, ma per un ciclista di medio calibro, che ama scoprire più che faticare, è la scelta ideale.

Il tragitto alla scoperta dei laghi è facile da affrontare: si estende per circa cinquanta chilometri e alterna tratti su piste ciclabili a strade aperte al traffico ad altre ancora che si snodano su sentieri sterrati tra i campi coltivati e attraversano le zone più belle di questa regione italiana dalle montagne spettacolari. Non s’incontrano mai pendenze importanti, perciò si tratta di un percorso accessibile a chiunque.

Come ogni volta che si esce in bici, vi consigliamo prima di tutto di controllare sterzo, raggi, freni, cambio, e pressione delle gomme. Assicurarsi che tutto sia in regola aiuta ad affrontare più serenamente un tragitto che ancora non si conosce. In più, per stare ancora più sereni, è bene mettere nella borsa da bici tutto il necessario per eventuali riparazioni da fare lungo il percorso, oltre all’abbigliamento adatto a qualsiasi condizione atmosferica: una stupida dimenticanza potrebbe trasformare una bella giornata in una gita da dimenticare.

Partendo da Arco e seguendo la pista ciclabile che costeggia il fiume Sarca, vi troverete ben presto a pedalare lungo dolci salite e strade di campagna fino a raggiungere la Valle dei Laghi circondata da uliveti, vigneti e frutteti a perdita d’occhio. Superato il lago di Cavedine, attraversati i centri abitati di Pergolese e Sarche, si arriverà a costeggiare il lago Toblino fino al ponte che lo unisce al lago di Santa Massenza, un piccolo specchio d’acqua di origine glaciale. Proseguendo verso Passo S. Uldarico si incontrerà una divertente discesa che porta fino al castello medievale di Drena che domina la valle del Sarca e svela le famose Marocche di Dro, una enorme distesa di grosse pietre bianche e grigie, formatasi oltre 200.000 anni fa dopo il disgelo, che oggi donano al paesaggio un aspetto “lunare”.

È un tracciato molto suggestivo: raggiungere le coste dei tre laghi, immergersi nella natura, affrontare la strada pedalata dopo pedalata, respirare a pieni polmoni l’aria incontaminata di quella valle, passare dalle superfici semplici a quelle un po’ più insidiose e scoprire un percorso mai visto prima.

Lungo la strada, nulla vi impedirà di fermarvi per fare alcuni scatti con lo smartphone e catturare i momenti più emozionanti o i luoghi più suggestivi, come il castello di Toblino che si erge su un isolotto in mezzo al lago o le acque turchesi del lago di Cavedine su cui si specchiano le montagne, o ancora le tracce fossili di dinosauro lasciate nella Valle del Sarca.
Magari poi le pubblicherete sul quel profilo che non aprite mai e di cui non ricordate nemmeno la password… chissà che faccia faranno i vostri colleghi. Probabilmente diranno che non è da voi.

D’altronde, con questa freschezza che si sente nell’aria, la novità e il cambiamento sono dietro l’angolo, oltre la curva, al di là della prossima salita.
Selle Royal lo sa bene e proprio per questo vuole aiutarvi a scoprire nuovi posti, nuove strade, nuovi orizzonti. Non sapete da dove iniziare? Niente paura, ci pensa Selle Royal a farvi salire in bicicletta: infatti da oggi inizia la rubrica di Selle Royal, che una volta al mese vi fornirà una serie di suggerimenti su itinerari e percorsi diversi a seconda della stagione o di particolari eventi.

Il giro dei laghi sarà solo l’inizio. Decidere dove andare non sarà più un problema e a voi non resterà che far girare le ruote della vostra bici, chilometro dopo chilometro. Perché quando si ha voglia di pedalare si trova sempre un nuovo traguardo da conquistare.

 

 

 

Commenti 0