Il mondo, a portata di bici | Selle Royal

Il mondo, a portata di bici

Bike Culture & Tips
People & Partners
Product & Tech

Il mondo, a portata di bici
Gennaio 2016

Un viaggio in bici è un viaggio nel viaggio.
A piedi, sbarchi, atterri o parcheggi, e sei arrivato.
Con la bici, no. Il viaggio comincia lì. 
Non puoi stare fermo. Provaci, non ci riesci.
E sai anche che non ti fermerai al prossimo paese, lo sai. 
Chissà cosa c'è oltre quella collina? Ancora pochi chilometri, dai.
Al prossimo paese mi fermo, giuro.

Due ore fa eri nel freddo della montagna e ora hai davanti un campo di girasoli.
Forse dovevi proseguire dritto all'ultimo incrocio. Ma che ti importa? Forse era davvero dove volevi andare.
Nella vita c'è solo un bivio importante da prendere. A destra, c'è la via conosciuta. A sinistra, una strada inesplorata. Se prendi la seconda, non tornerai più indietro, per nessuna ragione al mondo. La scoperta è un viaggio di sola andata.

Un viaggio in bici non è mai una fuga, ma quasi sempre un incontro.
Con noi stessi, se viaggiamo da soli. 
Con la grandezza della natura, se abbandoniamo l'asfalto per seguire il sentiero. 
Con il piacere dell'amicizia, se condividiamo l'avventura con gli amici o ce ne facciamo di nuovi lungo la strada. 
E infine, con l'infinità del mondo, se decidiamo di lasciarci guidare solo dalle nostre emozioni.
Steinbeck diceva che non sono le persone a fare i viaggi, sono i viaggi a fare le persone.

Quando viaggi in bici perdi la cognizione del tempo, per conquistare quella dello spazio.
Non provare a chiederti cosa faresti a quell'ora a casa tua. Goditi il posto dove sei in quel momento, goditi il qui ancora più dell'ora. 
Non portare con te l'orologio, osserva il sole, e se proprio non ce la fai, cerca con lo sguardo un campanile.
Può darsi che segni mezzogiorno e da una trattoria nelle vicinanze arrivi un profumo di arrosto invitante come solo il profumo di arrosto a mezzogiorno sa essere.
Ecco. Quello è il segnale di posare la bici, perché è tempo di fermarsi.
Il prossimo paese aspetterà.

Commenti 0