Selle Royal on Track: in sella lungo le coste portoghesi | Selle Royal

Selle Royal on Track: in sella lungo le coste portoghesi

Bike Culture & Tips
Selle Royal on Track: in sella lungo le coste portoghesi
Aprile 2018

Per chi ama andare in bicicletta gli itinerari belli e inediti sono un po’ come un tesoro da conquistare.
E quando si tratta di mettersi in viaggio e pedalare, è il momento di
Selle Royal on track. Se la pedalata del mese scorso lungo il sentiero dei laghi tra le Alpi italiane del Trentino Alto Adige vi ha conquistato, questa volta vogliamo proporvi qualcosa di un po’ più impegnativo ma estremamente affascinante; un percorso situato nel paese più a ovest dell’Europa meridionale: il Portogallo.
Nel cuore dell’Algarve, meta preferita dai surfisti di tutta Europa per le splendide spiagge e le alte onde che il vento alza dal mare, si snoda l’Ecovia Litoral, inaugurata nel 2008 come parte del progetto Eurovelo 1 e ancora oggi uno dei pochi itinerari cicloturistici del Portogallo con i suoi 214 km ed un dislivello di circa 100 metri.

L’Ecovia Litoral inizia a Cabo de Sao Vicente, all’estremità ovest del paese, e termina a Vila Real de St. Antonio, costeggiando per tutta la sua lunghezza l’oceano Atlantico e alternando scenari naturalistici mozzafiato a zone più turistiche.
Lasciando il faro simbolo di Cabo de Sao Vicente, vi troverete ad iniziare la parte di percorso che entra in una delle più affascinanti aree di questa ciclabile: il lato meridionale del Parque Natural da Costa Vicentina. Qui le falesie di Sagres, a picco sul mare, offrono uno spettacolo di colori affascinanti, tra il turchese dell’oceano e il giallo delle rocce baciate dal sole.

In questo particolare punto della costa il mare è meno agitato rispetto alla parte oceanica ed è bello appoggiare la bici e fermarsi in una delle moltissime spiagge sabbiose, sovrastate da rocce che il vento ha plasmato in centinaia di forme diverse, come ad esempio Ponta de Piedade o Praia Dona Ana nei pressi di Lagos.
Il tratto successivo vi porterà dalla sabbia verso la città; la strada attraversa la Ria de Alvor, una zona lagunare che è meta perfetta per chi vuole avvistare moltissime diverse specie di uccelli, e raggiunge Albufeira, prima vera e propria cittadina in cui potrete dedicarvi a una sosta mondana, tuffandovi nella sua intensa vita notturna!

Dopo la pausa “cittadina” l’Ecovia do Litoral riparte con destinazione Faro, località fondata dagli arabi la cui Cidade Velha, è racchiusa da una cerchia di mura medievali che strega i ciclisti con la sua rude bellezza.
Ma il punto forte di questa zona è senza dubbio il Parco Naturale di Ria Formosa, un’oasi naturale formata da decine di isolotti sabbiosi e deserti che segnano il confine tra laguna e mare, e dove potrete gustare l’Arroz de lingueirão, riso con cannolicchi tipico di questa parte del Portogallo.

A questo punto starete quasi per terminare l’Ecovia Litoral; i chilometri che vi separano da Villa Real de Santo Antònio non sono più tanti ma consentono ancora qualche piacevolissima sorpresa: come ad esempio le acque basse e finalmente tiepide dell’oceano, che nelle spiagge di Altura o di Manta Rota vi permetteranno di godervi un po’ di relax del tutto meritato.
Quello che vi abbiamo suggerito è un itinerario che un ciclista allenato può concludere in due giorni, ma il consiglio che vi diamo è di prendervi il tempo necessario per apprezzare al meglio i paesaggi, la natura e la storia di questo bellissimo paese. Perché viaggiare non significa solo spostarsi, soprattutto quando si pedala alla ricerca di emozioni.
Perciò volgete lo sguardo all’orizzonte e immaginatevi come pirati su due ruote che sognano nuove rotte da esplorare e nuove terre da conquistare. Il vostro vascello avrà due ruote e la vostra mappa sarà Selle Royal on track.
Pronti per la prossima avventura?

 

Commenti 0
- 50% TA+TOO - 50% TA+TOO