8 ragioni per spostarsi (di più) in bici! | Selle Royal

8 ragioni per spostarsi (di più) in bici!

Bike Culture & Tips

8 ragioni per spostarsi (di più) in bici!
Ottobre 2020

Mobilità alternativa, città più vivibili e nuovi stili di vita sono temi che si fanno sempre più sentire a gran voce, soprattutto in questo particolare 2020 in cui ci si è spesso interrogati su un nuovo e profondo bisogno di vivere in sintonia con la natura e rispettare l’ambiente.

Una mobilità urbana più sana e sostenibile, con al centro la bici, è diventata ormai un’urgenza non più rinviabile. Nelle città le piste ciclabili sono in costante aumento: da inizio marzo in Europa è stato speso più di un miliardo di euro per infrastrutture legate alla bicicletta e sono stati realizzati 2300 km di nuove piste ciclabili, così come in molti paesi i governi offrono incentivi per l’acquisto o la manutenzione di biciclette elettriche e non, o premiano con dei benefits chi utilizza la bici per andare al lavoro.

Le due ruote stanno vivendo una fase di rinascita e stiamo assistendo a quella che in molti chiamano la “rivoluzione delle biciclette”, nelle nostre città così come nelle nostre abitudini. L’utilizzo della bici ha subito un incremento esponenziale: si è registrata una crescita del 49% nell’utilizzo dell’e-bike e si stima un +53% nelle vendite di cargo bike in Europa rispetto al 2019.

Molti hanno quindi riscoperto i benefici di uno stile di vita in bicicletta e ogni giorno scelgono la bici come mezzo di trasporto in città, in alternativa ai mezzi pubblici o alla propria auto. Certo, perché muoversi quotidianamente in bicicletta ha un doppio effetto positivo: influenza significativamente il benessere individuale e porta numerosi vantaggi alla città.

Molti benefici di uno stile di vita in bicicletta sono ben noti, ma siete sicuri di conoscerli tutti? Gli 8 che seguono formano un ottimo "kit motivazionale" da tenere a mente ogni volta che ci apprestiamo a salire in sella!

1) Fa bene alla salute, sia mentale che fisica.

Innumerevoli studi scientifici hanno ormai dimostrato che salire in sella tutti i giorni aiuta a prevenire infarto, ipertensione, obesità, astenia muscolare e disturbi del sonno e migliora il benessere mentale. Per merito delle energie consumate durante una pedalata, il cervello produce delle sostanze, come l’endorfina, che migliorano l’umore.

2) Aumenta la produttività e attenzione.

Chi sceglie la bici per almeno mezz’ora al giorno non solo dimezza il rischio di ammalarsi rispetto a chi conduce una vita sedentaria, ma avrà una mente più lucida e reattiva. I lavoratori che si recano al lavoro in bici risultano infatti più attenti e produttivi rispetto a chi si reca al lavoro in auto o con i mezzi pubblici. Questo perché l’attività fisica aumenta l’ossigenazione celebrale e la circolazione sanguigna, attivando i circuiti neurali legati all’attenzione, al focus e all’attività creativa.

3) È un mezzo più pratico e veloce per muoversi in città.

La bicicletta consente di evitare il traffico delle grandi città ed arrivare nel posto di lavoro in orario e di buon umore. Le bici moderne sono sempre più comode, veloci e pratiche, evitano gli ingorghi e consentono perfino risparmi di tempo sulle brevi e medie percorrenze.

4) Andare in bici permette di subire meno stress rispetto a chi utilizza l'auto.

Secondo una ricerca condotta da Hewlett-Packard, durante l’ora di punta il battito cardiaco di un autista bloccato nel traffico può raggiungere i 145 battiti al minuto: più del doppio del battito medio di un adulto medio in salute. Il livello di stress degli automobilisti è più alto di quello percepito dai piloti di aerei da guerra o dalla polizia. Inoltre, gli automobilisti tendono a soffrire di una sensazione di impotenza dovuta alle lunghe code che li costringono a rimanere immobili e senza via d'uscita all’interno delle auto, a volte anche per ore.

5) È uno dei veicoli più economici.

Utilizzare la bici al posto dell’automobile genera un risparmio non indifferente. Si abbattono del tutto i costi di benzina, parcheggio (in genere ci sono spazi gratuiti riservati alle biciclette), multe, bollo ed assicurazione. La manutenzione non è costosa come per gli altri mezzi di trasporto e non richiede revisioni speciali.

6) Riduce l’inquinamento ambientale.

Muoversi in bici significa contribuire a ridurre l’inquinamento atmosferico e a tutelare la salute dell’ambiente: pedalare non inquina, non comporta emissioni di anidride carbonica e causa inquinamento acustico e luminoso minimo. Non è vero poi che un ciclista è più esposto allo smog: in realtà respira oltre la metà in meno dell’ossido di carbonio inalato da un guidatore chiuso nell’abitacolo.

7) Migliora la qualità della vita in città.

Utilizzando la bici si riduce il numero di veicoli in circolazione in città e si evita quindi la congestione del traffico. Ciò contribuisce a migliorare la qualità di vita in città (meno rumore e smog, maggior sicurezza dei bambini, valorizzazione dei luoghi pubblici), oltre ad un minor deterioramento del patrimonio storico.

8) Distanziamento sociale.

La bicicletta è uno dei pochi mezzi di trasporto che permette di mantenere la distanza di sicurezza e di non creare assembramenti. È dunque il mezzo ideale in questa fase di emergenza in cui il rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid sul distanziamento riduce drasticamente la capienza dei mezzi pubblici. Chiaramente se tutti utilizzassero le auto, questo avrebbe un forte impatto negativo sia sul traffico urbano che sulla qualità dell’aria.

Non ci sono quindi scuse per non scegliere di spostarsi in bici ogni giorno! Per i neofiti, il suggerimento è quello di iniziare gradualmente percorrendo il tragitto casa-lavoro in bici per un paio di volte a settimana, per acquisire esperienza e prendere confidenza con il mezzo e la strada. Vedrete poi che i benefici saranno molteplici e che non riuscirete più a rinunciare alla vostra mezz’ora d’aria fresca e libera al giorno!

Commenti 0