Scientia: the Science beneath the Design | Selle Royal

Scopri Scientia

Scopri la Scientia più adatta a te

Step 1 | 2
seleziona il tuo stile di guida
Athletic
Moderate
Relaxed
   
Gli studi scientifici

Selle Royal, assieme ai ricercatori del Centro di scienze motorie, sportive e della salute dell'università tedesca dello sport di Colonia, la più grande università dello sport in Europa, hanno applicato teoria, dati e metodi alla ricerca sulle selle per biciclette: in questo modo si è tentato di scoprire le caratteristiche progettuali fondamentali essenziali per ottimizzare il benessere le prestazioni di guida complessive. Il risultato degli sforzi è SCIENTIA: una gamma completa di 9 selle ergonomiche progettate scientificamente per soddisfare in maniera precisa e completa le esigenze di ogni ciclista.

Gli studi scientifici

Grazie a centinaia di volontari, i ricercatori hanno sviluppato metodi rigorosi per studiare con metodo quantitativo le considerazioni classiche sulla progettazione delle selle: differenze tra i sessi, forma della sella e distanza tra le ossa ischiatiche. Una volta fatto ciò, è stato pubblicato un elenco di raccomandazioni, che è stato a sua volta inoltrato a un team di progettisti incaricati dell'implementazione dei risultati della ricerca in una nuova gamma di selle.

Studio sulla progettazione della forma

OBIETTIVO DELLA RICERCA
L’obiettivo dello studio sulla progettazione della forma è la ricerca della forma ottimale per la gamma Scientia, considerando sia utenti uomini, che donne.

STRUMENTI
Una speciale pellicola composta da 64 sensori, in grado di rilevare la pressione su punti strategici della superficie della sella.

TEST TARGET
Sono state testate 27 selle da 35 uomini e 31 donne, in tre diverse posizioni di guida: Athletic (45°), Moderate (60°) e Relaxed (90°).

PROTOCOLLO DEL TEST
Le selle sono state analizzate sotto differenti parametri, la cui combinazione ha condotto ad una classificazione.
I parametri misurati sono:
• Pressione pubica massima [mbar] (più basso è il valore, meglio è)
• Pressione pubica media [mbar] (più basso è il valore, meglio è)
• Spazio usato sulll’’area pubica [mm•] (più basso è il valore, meglio è)
• Spazio usato sull’intera sella [mm•] (più alto è il valore, meglio è)
La sella miglior classificata è quella che ha ottenuto il punteggio più alto (dove 1 è il punteggio ottenuto dalla sella con il risultato peggiore, 7 il punteggio ottenuto dalla sella con risultato migliore).

RISULTATI DI RICERCA
I risultati di questi test indicano chiaramente che per ciascuna posizione di guida esistono elementi ergonomici specifici nella punta della sella, nel profilo, nella parte posteriore e nei bordi laterali che creano un maggior comfort.

Studio sulla differenza dei sessi

OBIETTIVO DELLA RICERCA
Lo studio sulla differenza tra i sessi è volto a determinare se differenze anatomiche (ad esempio i tessuti molli della zona pubica) comportano una diversa distribuzione della pressione nelle zona pubica.

STRUMENTI
Una speciale pellicola composta da 64 sensori, in grado di rilevare la pressione su punti strategici della superficie della sella.

TEST TARGET
35 maschi e 31 femmine

PROTOCOLLO DEL TEST
1. I soggetti test pedalano in 3 posizioni di guida: 30°, 45°, 60° su una bici collegata ad un dispositivo statico.
2. L’altezza e la posizione della sella e del manubrio sono modificate in base alla posizione di guida e all’anatomia di ogni soggetto.
3. I dati (Pressione pubica massima e media espresse in mbar) sono raccolti tramite una mappa di distribuzione della pressione.

RISULTATI DELLA RICERCA
Con un’inclinazione pari a 30° sono state riscontrate alcune differenze. Questo risultato può essere dovuto a differenze anatomiche tra i due sessi. Tuttavia le selle della gamma Scientia sono concepite per le posizioni 45°, 60° e 90°, dove non sono state riscontrate differenze significative. In conclusione, la gamma SCIENTIA non presenta un concetto di sella specifico distinto per genere.

Studio sulla variazione della distanza tra le ossa ischiatiche

OBIETTIVO DELLA RICERCA
L’obiettivo dello studio è volto a determinare la variazione della distanza tra le ossa ischiatiche a seconda della posizione di guida.

STRUMENTI
Uno strumento di misurazione con imbottitura in gel per determinare la distanza tra le ossa ischiatiche.

TEST TARGET
240 soggetti test (120 maschi, 120 femmine)

PROTOCOLLO DEL TEST
1 I soggetti si siedono sullo strumento di misurazione, indossando pantaloni senza tasche.
2 La schiena deve essere dritta e formare un angolo di 90° mentre i piedi devono essere poggiati a terra.
3 I soggetti non devono muoversi finchè sono seduti sullo strumento di misurazione.
4 Le maniglie laterali sono utilizzate per ottenere un segno più evidente sul cuscinetto di gel.
5 Se il risultato non fornisce segni evidenti, il test deve essere ripetuto.
6. La distanza tra i segni impressi è misurata con l’aiuto di un calibro.

RISULTATI DELLA RICERCA
Un'analisi dettagliata ha portato alla conclusione che entrambi i sessi presentano un'ampia gamma di fattori che fanno sì che non sia possibile individuare un'unica distanza per gli uomini e un'unica per le donne, nemmeno tramite l'uso di una formula fissa. Grazie a questi test, i ricercatori hanno individuato 3 macrogruppi di distanze tra le ossa ischiatiche che interessano la maggior parte dei ciclisti.