Sotto questo sole, bello pedalare. Utili consigli su come affrontare l’estate in bici. | Selle Royal

Sotto questo sole, bello pedalare. Utili consigli su come affrontare l’estate in bici.

Bike Culture & Tips
Sotto questo sole, bello pedalare. Utili consigli su come affrontare l’estate in bici.
Giugno 2018

La prima conseguenza dell’arrivo della stagione estiva è l’aumento delle temperature. Le piacevoli giornate primaverili lasciano il posto a giornate infuocate, e in momenti come questi qualche ciclista può trovarsi impreparato.
Certo, perché pedalare sotto il sole battente può riservare insidie e brutte sorprese.
Ecco allora una serie di suggerimenti da adottare quando il termometro segna temperature più alte del solito.

  • Abituarsi al caldo, senza fretta

Meglio cominciare ad uscire in bici nei momenti più freschi della giornata, come il mattino o il tramonto, ed abituarsi gradualmente alle temperature più alte, per evitare un eccesso di fatica.
Va sempre ricordato comunque che, quando fa veramente molto caldo, non si può pensare di mantenere lo stesso ritmo che si tiene nelle stagioni intermedie. Rallentare è dunque un ottimo sistema per risparmiare energie e mantenere la temperatura sotto controllo.

  • Prevedere soste e dotarsi di acqua a sufficienza

Se il percorso che si ha intenzione di affrontare è particolarmente lungo, è meglio pianificare prima delle soste, utili sia a recuperare energie, sia a fare rifornimento d’acqua. Che sia per la sudorazione o per la fatica fisica, la quantità di liquidi che si perde quando si pedala va assolutamente reintegrata.
Va ricordato inoltre che bere quotidianamente una quantità adeguata di acqua (almeno 3,7 litri per gli uomini e 2,7 per le donne) permette di mantenere muscoli e articolazioni ben lubrificate, oltre a migliorare il proprio livello di energia.

  • Proteggersi dai raggi solari

Questo è un aspetto fondamentale anche se purtroppo spesso sottovalutato: non si dovrebbe nemmeno pensare di uscire in bici senza aver applicato una crema solare ad alta protezione sulle parti esposte al sole, ed aver indossato degli abiti che coprano le parti più delicate della pelle nonché un cappello che ripari la testa da eventuali colpi di sole.
Una scottatura può davvero rovinare quella che era iniziata come una bella giornata.

  • Rinfrescarsi spesso

Quando la temperatura del corpo aumenta possono esserci delle conseguenze che riguardano sia la salute che la prestazione sui pedali. Per evitare spiacevoli imprevisti è meglio bagnarsi ripetutamente il collo e gli avambracci. Questo permetterà al corpo di rinfrescarsi e mantenere la temperatura corretta.

  • Occhio alla dieta

In previsione di una lunga pedalata sotto il sole è opportuno adottare anche alcuni accorgimenti alimentari. Nei giorni che precedono l’uscita in bici, sarebbe meglio assumere cibi che contengano un’elevata quantità di liquidi (come frutta e verdura, in particolare anguria e uva) e gli zuccheri necessari a mantenere la giusta energia per spingere sui pedali.

  • Scegliete i vestiti giusti

Come per ogni attività che si compia in presenza di temperature più elevate del solito, anche andare in bici prevede che si scelga un abbigliamento adeguato. In particolare, dopo una pedalata sotto il sole, per evitare di ritrovarsi con antiestetici aloni di sudore è bene scegliere capi tecnici preferibilmente di colore chiaro, che  non attraggono i raggi UV. Si tratta di vestiti estremamente leggeri, facilmente reperibili in commercio, realizzati con particolari tessuti traspiranti che permettono al sudore di evaporare velocemente mantenendo la pelle sempre asciutta.

Chi pedala può soffrire meno il caldo anche grazie ad alcuni elementi della bicicletta stessa, come ad esempio la sella, che spesso a tale scopo viene rivestita di speciali copertine o scelta con il foro centrale che permette un maggiore passaggio dell’aria quando si è in corsa.
Le selle della linea Respiro di Selle Royal, ad esempio, sono state dotate di Ventilation Channel, un canale centrale che permette la traspirazione, e di cool cover, una copertina che, grazie alla sua speciale composizione, risulta essere molto più fresca rispetto a quelle di colore nero che si trovano abitualmente sul mercato.

Ci auguriamo di aver fornito ad ogni cicloamatore i suggerimenti utili a fronteggiare le giornate più calde a bordo della propria bici, perché non c’è niente di più bello del piacere di una pedalata in qualsiasi stagione.

Commenti 0